Castellammare. Schettino “trascina” il Comune in Tribunale

20 dicembre 2016
684 Views

La “querelle” tra il dirigente Alfonso Schettino e l’amministrazione Pannullo si sposta in Tribunale. Proprio non ci sta l’ingegnere Schettino a quella “forzatura” proposta e messa in atto dal sindaco Pannullo. Ricostruiamo i fatti. A settembre il sindaco Antonio Pannullo, con una missiva, poneva a riposo forzato e fino al pensionamento il dirigente del comune stabiese: «Ha un residuo di ferie enorme, 164 giorni, se le faccia e vada in pensione.» In effetti, il monte giorni di ferie maturato dall’ingegnere schettino è stato “certificato” dal dirigente al personale, la dottoressa Sabina Minucci, ma purtroppo pare sia stata “smentita” dallo stesso Ufficio del Personale. Quando Schettino si è visto davanti quel numero enorme ha letteralmente “sbandato”. In effetti è proprio così, perché secondo quando afferma lo stesso, ed in seguito l’ufficio del personale gli darà ragione, ha goduto delle ferie ogni anno, non lasciando mai ferie sospese. Naturalmente i calcoli poi gli saranno più chiari e precisi quando chiederà una certificazione delle ferie all’ufficio del personale. Schettino ogni anno si è fatto le ferie come per legge. E da dove vengono fuori tutti quei giorni di ferie che gli vengono imputati? Ah, Saperlo. Al momento le parti sono in attesa della decisione sul reintegro da parte del Giudice del Lavoro del Tribunale di Torre Annunziata. Udienza fissata per la prossima settimana. Quello che appare strano e sconcertante però, è che il sindaco Antonio Pannullo abbia collocato a riposo Schettino, con un decreto sindacale, quando poi sono decreti che dovrebbe emettere e firmare il Segretario Generale dell’ente. Proprio su questo decreto, secondo indiscrezioni, pare che il sindaco non abbia nemmeno chiesto il parere all’avvocatura comunale. Si attende quindi la prossima settimana, per capire se gli stabiesi dovranno accollarsi altre spese (naturalmente, nel caso in cui Schettino abbia ragione, le spese legali e di eventuali richieste di risarcimento saranno a carico dell’Ente, e quindi degli stabiesi,ndr), che si vanno ad aggiungere ai vari dazi e balzelli già in essere.

di Ciro Serrapica

You may be interested

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”
Cultura
shares16 views
Cultura
shares16 views

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

Appuntamento il 28 marzo 2019 alle ore 10.30 al Museo Ferroviario di Pietrarsa dove si terrà la presentazione pubblica di…

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”
Cultura
shares72 views
Cultura
shares72 views

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

“La paranza delle idee”, è questo il nome della nuova realtà associativa che sta prendendo forma a Torre Annunziata dall’incontro…

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport
Sport
shares21 views
Sport
shares21 views

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport

Antonio Lanfranco - Mar 16, 2019

Dal primo giugno al trenta settembre la Costiera Amalfitana si trasformerà in una sorta di Olimpia dei tempi moderni. Tornei…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: