Castellammare di Stabia. Bagarre politica: «Il sindaco fa il gradasso. E’ un omminicchio»

22 dicembre 2018
287 Views

Inizio d’inverno molto caldo nella politica stabiese. Dopo il consiglio comunale flop del 20 dicembre scorso a causa della mancanza della maggioranza in aula, è partito un vero botta e risposta tra sindaco ed opposizione con una serie di rimpalli sulle cause. In primo luogo i consiglieri di opposizione avevano accusato la maggioranza del sindaco Cimmino, ad eccezione del gruppo di Forza Italia, la consigliera Maresca, il consigliere Santaniello ed il Prediente Ungaro perchè presenti in aula, di volersi sottrarre alle discussioni su SINT e debiti fuori bilancio e di aver timore di parlare di camorra e degli arresti eccellenti dei giorni scorsi in città. Per tutta risposta Cimmino afferma che l’opposizione è stata immatura a non presenziare all’appello in consiglio comunale e che la stessa opposizione forse ha paura di parlare di questi temi (esclusa la camorra,ndr). Continua poi il botta e risposta con un comunicato dell’ opposizione:

«Paura di parlare di Sint? Paura di parlare della camorra? Con la convocazione del consiglio comunale la maggioranza coadiuvata dal presidente Ungaro dimostra di non essere in grado di amministrare la città. Cosa si nasconde dietro questo ennesimo tentativo di sfuggire dal consiglio comunale? Il sindaco fa il gradasso nei comunicati stampa e negli atti si dimostra di essere un omminicchio che ha paura di affrontare temi cocenti e vitali per Castellammare.
La maggioranza fa il dispettuccio e cancella l’atto di indirizzo sulla Sint dall’odg del prossimo consiglio, atto di indirizzo necessario visto che, contrariamente a quanto sempre affermato dal sindaco, il liquidatore, da quanto emerge dalla sua relazione, ha pieno mandato, anche a vendere i beni della Sint, cosa che a chiacchiere il sindaco ha sempre negato. Un gesto insulso, banale, steriele e puerile che segue il comunicato farneticante e fuori luogo del sindaco nella giornata di ieri. Non è così che si governa la città, non è così che si gestisce l’assise di un comune che supera i 60mila abitanti. Il presidente Ungaro si è prestato ad un gioco facendo venire meno il suo ruolo super partes che la legge impone, è venuto a mancare il rapporto di fiducia e il clima che si era instaurato, da oggi si volta pagina. L’opposizione tutta nel ribadire un concetto elementare per chi fa politica ovvero che la tenuta del Consiglio spetta a chi ha i numeri, quindi alla maggioranza uscita dalle urne, chiede che vengono inseriti all’odg del prossimo consiglio non solo l’atto di indirizzo sulla Sint già depositato e iscritto così come prevede la legge e lo statuto, ma nel contempo chiede che il consiglio abbia come primo punto una discussione su quanto è accaduto nelle ultime settimane. Con la camorra non si gioca, chi governa si assuma oneri ed onori e affronti a viso aperto non nascondendosi dietro paraventi inutili facendo dispettucci da damerino che restano solo alla città. Qualora ciò non dovesse avvenire per quanto ci riguarda siam pronti con gli strumenti che la legge ci dà a riportare dignità e solennità ad un consiglio che non può essere mortificato in questo modo diventando la passerella e il luogo in cui si ratificano le scelte
della maggioranza, Ungaro faccia ciò che la legge gli impone.»

In effetti, a leggere la convocazione del prossimo consiglio comunale, risulta “sparito” dall’ ordine del giorno proprio il punto sulla discussione della SINT. Al momento la città si appresta ad affrontare le festività natalizie con luci e concerti in molte zone, eventi sia pubblici che privati, ma gli stabiesi ancora non hanno capito da dove il Comune prenderà i soldi per pagare gli eventi organizzati.

You may be interested

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”
Cultura
shares16 views
Cultura
shares16 views

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

Appuntamento il 28 marzo 2019 alle ore 10.30 al Museo Ferroviario di Pietrarsa dove si terrà la presentazione pubblica di…

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”
Cultura
shares72 views
Cultura
shares72 views

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

“La paranza delle idee”, è questo il nome della nuova realtà associativa che sta prendendo forma a Torre Annunziata dall’incontro…

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport
Sport
shares22 views
Sport
shares22 views

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport

Antonio Lanfranco - Mar 16, 2019

Dal primo giugno al trenta settembre la Costiera Amalfitana si trasformerà in una sorta di Olimpia dei tempi moderni. Tornei…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: