Cronaca. Recuperati i quattro giovani bloccati sul Faito: sono napoletani

I quattro si erano messi in viaggio per la cima del Faito dal versante di Castellammare. A nulla è servito il montaggio delle catene da neve

20 gennaio 2017
369 Views

Notte da incubo al freddo ed al gelo per i 4 ventenni bloccati dalla neve sul Faito. Partiti da Napoli per trascorrere una serata “sulla neve”, i quattro giovani si erano diretti verso la cima del Monte Faito per ammirarne il panorama.

Purtroppo per loro hanno imboccato una strada impervia e priva di manutenzione, in quanto la strada che da Castellammare conduce alla sommità del monte è interdetta e chiusa altarino, anche se in molti la percorrono.

Nonostante avessero montato le catene da neve però, per i 4 giovani il viaggio si è fermato a circa un chilometro dalla cima, dal “Belvedere”. Da ieri sera sono rimasti bloccati a causa dello scivolamento della vettura, una fiat Panda nuovo modello, in un fosso laterale alla strada.

In un primo momento hanno cercato di risolvere da soli cercando in tutti modi di rimettersi in viaggio, ma purtroppo senza riuscirci. Soltanto alle 5.30 del mattino circa hanno chiamato i soccorsi. Comunicazioni a singhiozzo data la scarsa copertura della linea cellulare in zona.

Freddo, gelo, neve e paura hanno fatto il resto: i 4 sono andati in panico. Hanno capito di aver fatto una bravata che poteva costargli cara, ma fortunatamente tutto si è risolto. Intorno alle 7,30 hanno allertato il 118, dicendo che uno di loro stava male. Subito dalla centrale del 118 hanno allertato Polizia Municipale e Vigili del Fuoco per raggiungere il posto.

La pattuglia della municipale, guidata dal Capitano Enza Di Bella, è partita alla volta del Faito scortando l’ambulanza. Anche i mezzi dei Vigili del Fuoco non hanno potuto raggiungere la zona. Strada letteralmente coperta di ghiaccio. Subito i caschi bianchi escogitano una soluzione: giungere dai giovani e trarli in salvo con una vettura privata.

Si tratta la vettura di uno degli agenti. Nicola Coraggio, agente della Municipale stabiese ed esperto fuoristradista ha una fiat panda 4×4 vecchio modello, fuoristrada per antonomasia inarrestabile e pronta a qualsiasi percorso. L’agente giunge sul posto e carica sulla sua vettura i malcapitati, per poi portarli al check point fin dove sono arrivati glia altri mezzi dei soccorritori.

Alla fine solo tanta paura per i 4 partenopei in trasferta sul Faito. A tal proposito il Capitano Enza di Bella della Polizia Municipale di Castellammare dichiara: «Per chi volesse raggiungere la cima del Faito si raccomanda di percorrere solo strade aperte al traffico e non mettersi in viaggio dal versante di Castellammare, dove la strada è chiusa al traffico e non c’è manutenzione come il passaggio dei mezzi spargisale o spazzaneve».

You may be interested

Maiori in Festa, la Costa d’Amalfi celebra la primavera
Cultura
shares30 views
Cultura
shares30 views

Maiori in Festa, la Costa d’Amalfi celebra la primavera

Antonio Lanfranco - Mar 20, 2019

Maiori è pronta a far festa per celebrare l’arrivo della primavera 2019 e l’inizio di una nuova stagione turistica in…

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”
Cultura
shares31 views
Cultura
shares31 views

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

Appuntamento il 28 marzo 2019 alle ore 10.30 al Museo Ferroviario di Pietrarsa dove si terrà la presentazione pubblica di…

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”
Cultura
shares92 views
Cultura
shares92 views

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

“La paranza delle idee”, è questo il nome della nuova realtà associativa che sta prendendo forma a Torre Annunziata dall’incontro…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: