#menevado. La prima del corto stabiese

20 dicembre 2016
187 Views

Prima stabiese per il corto #menevado, interamente girato a Castellammare
Spaccato di vita di una città che dimentica i suoi figli e che fatica a darsi una mossa
L’appuntamento è per venerdì 21 ottobre alle 20.30 nella sala Ruccello del cinema Montil

A 40 anni, senza lavoro né prospettive future, Catello Spera decide di farla finita. Ma prima di suicidarsi vuole lasciare un segno del suo sdegno ai concittadini, a quella Castellammare che “nonostante tutto” continua a vivere nella routine quotidiana. E che quasi non si scompone a un dramma manifestato in modo decisamente inusuale.
È la storia che sta dietro #menevado, il corto girato interamente a Castellammare di Stabia e che, dopo il successo della presentazione avvenuta ai Faito Doc Festival (dove è stato proposto fuori concorso), approda nella città delle Terme. Il debutto a Castellammare è in programma venerdì 21 ottobre alle ore 20.30 nella sala Ruccello del multicinema Montil (via Bonito, 10).
Qui il regista Gaetano Cuomo presenterà il corto e il suo importante cast, svelando i segreti di una produzione che ha divertito e fatto discutere alla “prima” e che sicuramente registrerà consensi e commenti anche al Montil.
Tante le storie dietro il lavoro firmato da Cuomo: il protagonista Marco Cannavacciuolo, che interpreta il ruolo del disoccupato Catello Spera, stabiese doc, sposato e disoccupato, che di fronte all’impossibilità di dare una svolta alla sua vita decide di uccidersi. Prima però vuole lasciare un segno della sua frustrazione: non basta una lettera, non basto un video. Serve qualcosa di colossale, che sia trasmessa a tutta la città allo stesso momento. Per questo decide di fare istallare altoparlanti in tutti i punti strategici della città, affinché tutti sappiano nello stesso momento quale è il suo stato d’animo.
Nelle scene appaiono tra gli altri grandi attori come Carlo Di Maio e Peppe De Rosa, sportivi simbolo come i canottieri del circolo nautico Stabia ma anche Carlo Lupo, un ex detenuto che si è lasciato alle spalle la terribile esperienza del carcere di Poggioreale e che con il “cameo” in #menevado ha voluto dire che “tutto è possibile”.
Il resto va scoperto venerdì sera al cinema Montil, in una serata che si annuncia indimenticabile e ricca di divertimento e spunti di riflessione.

You may be interested

Eventi
shares16 views

Lava ‘e Sound: sabato la presentazione dell’album “Fatalità” a Torre del Greco

Antonio Lanfranco - Gen 22, 2019

Dopo il successo dei primi due singoli, i Lava ‘e Sound presentano l’album “Fatalità”. Sabato 26 gennaio la band di…

Cultura
shares30 views

Tornano a Pompei Le domeniche della salute: il 20 gennaio

Antonio Lanfranco - Gen 19, 2019

Tornano a Pompei le «Le domeniche della salute». Il 20 gennaio in Piazza Bartolo Longo, grazie all’impegno del Rotary Club,…

Tante opportunità per i giovani con Scuola lavoro e turismo
Comunicati Stampa
shares70 views
Comunicati Stampa
shares70 views

Tante opportunità per i giovani con Scuola lavoro e turismo

Eleonora Mauriello - Gen 19, 2019

PARTONO AI PRIMI DI FEBBRAIO I CORSI DI PRATICA IN HOTEL DI ScuolaLavoroTurismo-CAFFETTERIA-BAR-CAMERIERE DI SALA-CAMERIERA AI PIANI-RECEPTIONIST-PORTALI ALBERGHIERI!!-Castellammare di Stabia-EUROPA…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: