Politica. Commissione Urbanistica: Alta tensione tra Dirigente e consiglieri di opposizione

Seduta di commissione per i lavori PIU Europa. Faccenda chiara su Casa del Fascio ma per la villa comunale si attende una seconda seduta di commissione

9 febbraio 2017
205 Views

Seduta di commissione consiliare questa mattina molto movimentata. La tensione è altissima quando il consigliere di opposizione, Salvatore Vozza, chiede spiegazioni sulla delibera di affidamento lavori per ulteriori 250 mila euro circa alla RF Appalti. Parliamo dei lavori di ristrutturazione della villa comunale, il tanto agognato nuovo Waterfront stabiese.

Negli ultimi giorni, dalle pagine di Metropolis quotidiano, è emerso che ci sono alcuni dubbi sulla validità del nuovo affidamento alla ditta esecutrice. Non è nostro compito stabilire la verità, ma quello che è certo, è che la delibera parla di lavori che forse non andrebbero computati all’interno del progetto della villa comunale.

Chiariti gli equivoci, è stata la volta dell’ Assessore Pino Rubino, che ha chiarito alcuni punti su tutti i cantieri PIU Europa (Villa comunale, corso De Gasperi, Casa del Fascio, ndr). Riguardo alla villa comunale pare che da Palazzo Sant’Anna siano quotidiane le sollecitazioni alla RF Appalti per chiudere i lavori nei tempi stabiliti, ma purtroppo i dubbi per i consiglieri di opposizione sono incessanti e reali.

«Non è possibile che ogni mattina – dice Salvatore Vozza – qualcuno si svegli e, passeggiando in villa, detti nuove regole per l’esecuzione dei lavori. C’è un progetto e deve essere seguito ed eseguito nei tempi stabiliti». Dello stesso avviso sono gli altri consiglieri di opposizione presenti in Commissione. Tornando agli altri cantieri PIU Europa, la nota dolente di Castellammare sono i lavori di Casa del Fascio: Fermi al palo in attesa della relazione del CTU nominato dal Tribunale di Torre Annunziata.

In effetti la relazione del tecnico incaricato, il geometra Panariello di Torre del Greco, doveva arrivare nelle mani del Giudice già entro fine settembre, ma così non è stato. «Proprio nella giornata di ieri – dice Pino Rubino – c’è stata un’altra udienza per cercare di sbloccare i lavori, ma purtroppo il CTU non ha depositato la perizia». Proprio in virtù della mancanza del geometra torrese tutta l’amministrazione, opposizione compresa, sembra essere sulla stessa lunghezza d’onda: ricusazione del CTU e richiesta di risarcimento danni. Quanto al completamento, Rubino dice che è già in contatto con gli uffici regionali per chiedere una proroga per Casa del Fascio, il che sarebbe possibile proprio per il contenzioso aperto e lo stop forzato dei lavori per così tanto tempo.

Sulla questione villa comunale invece, i commissari si danno appuntamento a venerdì prossimo, per chiarire, carte alla mano, tutte le faccende che sembrano oscure, ma forse non lo sono.

You may be interested

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”
Cultura
shares16 views
Cultura
shares16 views

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

Appuntamento il 28 marzo 2019 alle ore 10.30 al Museo Ferroviario di Pietrarsa dove si terrà la presentazione pubblica di…

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”
Cultura
shares72 views
Cultura
shares72 views

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

“La paranza delle idee”, è questo il nome della nuova realtà associativa che sta prendendo forma a Torre Annunziata dall’incontro…

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport
Sport
shares21 views
Sport
shares21 views

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport

Antonio Lanfranco - Mar 16, 2019

Dal primo giugno al trenta settembre la Costiera Amalfitana si trasformerà in una sorta di Olimpia dei tempi moderni. Tornei…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: