Politica. Gaetano Cimmino: «Luminarie natalizie? Pessima gestione, c’è chi ride e c’è chi piange»

Gaetano Cimmino sulle luminarie di Natale

23 dicembre 2016
195 Views

“Alcuni commercianti sono rimasti solo ‘con il filo appeso’, vergognoso che l’amministrazione non abbia considerato minimamente i cittadini, di via Napoli e del rione ‘ex Cmi’ dove non è festa nemmeno a Natale. Centro storico scarsamente illuminato”

 

“Le luminarie natalizie a Castellammare di Stabia? Siamo di fronte ad una città che ride e ad un’altra città che piange a causa della pessima gestione, l’ennesima, da parte dell’amministrazione comunale”. Così Gaetano Cimmino, leader dell’opposizione di centrodestra in consiglio comunale. “Sin dai giorni successivi all’accensione delle luminarie – ha continuato Cimmino – i cittadini hanno potuto rendersi conto che più di una cosa non tornava. Così, mentre si faceva distinzione tra cittadini del centro e della periferia alcuni assessori si sono addirittura appuntati delle medaglie al petto per fregiarsi dell’organizzazione. Un’organizzazione che in realtà ha fatto acqua da tutte le parti.

Come prima cosa è bene puntualizzare che la gran parte del merito dell’accensione delle luminarie è da attribuire all’Ascom che, come ogni anno, fa di tutto per portare in città il clima natalizio. Il problema è sorto nel momento in cui è intervenuto il Comune: in molti si sono ritrovati con il solo filo senza le luminarie, nonostante l’amministrazione comunale abbia stanziato un’ulteriore somma per completare l’opera e nonostante il contributo versato dai negozianti all’Ascom.

Per non parlare poi della situazione del centro storico e delle periferie. Caro sindaco Antonio Pannullo e consiglieri comunali della maggioranza, Castellammare non è costituita solamente dal corso Vittorio Emanuele: perché dunque mortificare le altre zone della città? Quei cittadini non meritano si vedere illuminate a festa le strade almeno a Natale? Via Napoli e tutto il rione ‘ex Cmi’ sono prive di luminarie mentre il centro storico è scarsamente illuminato. Dobbiamo dedurre che questi cittadini sono considerati di serie B dall’amministrazione? Non è possibile che dopo che il centro antico, così come il quartiere ex Cmi, sono state al centro di un duro dibattito in campagna elettorale oggi vengano lasciate nel degrado e nella tristezza. Chiediamo al primo cittadino di provvedere immediatamente ad illuminare queste zone di Castellammare: ci sono altri quattro giorni utili, i cittadini attendono”.

You may be interested

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”
Cultura
shares16 views
Cultura
shares16 views

“Evoluzioni e scenari della logistica tra dinamiche globali e vocazioni territoriali”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

Appuntamento il 28 marzo 2019 alle ore 10.30 al Museo Ferroviario di Pietrarsa dove si terrà la presentazione pubblica di…

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”
Cultura
shares72 views
Cultura
shares72 views

Al servizio di Torre Annunziata: nasce “La paranza delle idee”

Antonio Lanfranco - Mar 18, 2019

“La paranza delle idee”, è questo il nome della nuova realtà associativa che sta prendendo forma a Torre Annunziata dall’incontro…

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport
Sport
shares21 views
Sport
shares21 views

“Birra Ravello Cups”, Costa d’Amalfi patria dello sport

Antonio Lanfranco - Mar 16, 2019

Dal primo giugno al trenta settembre la Costiera Amalfitana si trasformerà in una sorta di Olimpia dei tempi moderni. Tornei…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: